10.04.2013. CORRIERE DELLE COMUNICAZIONI

eSecurity, a Trento la mappa digitale del crimine

Arriva a Trento "eSecurity", il progetto pilota a livello nazionale finanziato con 448 mila euro dalla Ue che consentirà di disporre di innovativi strumenti digitali per la prevenzione del crimine.

Contro il "disordine urbano" sarà sperimentata la "predictive policing", un insieme di algoritmi matematici gestiti da un apposito software - anche condiviso online- e voluto dal Questore,Giorgio Iacobone, dalla neo Rettrice dell'Università di Trento, Daria de Pretis, e dal sindaco, Alessandro Andreatta. Base del progetto è un nuovo software georiferito che incrocia e organizza vecchi e nuovi dati per elaborare le mappe del rischio in città. Le nuove applicazioni digitali agevoleranno la prevenzione dei reati e aiuteranno a gestire elementi di disordine e insicurezza in città. [...]