12.10.2013. Il Tirreno (Pisa)

eSecurity: ecco come "intuire" e prevenire i crimini

I dati sul meteo possono aiutare a prevenire i crimini. Una scommessa che parte da Trento dove la frontiera della criminologia si spinge a tentare di intuire i crimini futuri attraverso l'incrocio di una serie di dati che comprendono naturalmente i reati denunciati, ma anche dati urbanistici, densità di popolazione, illuminazione stradale, traffico e appunto anche il meteo.

Si chiama eSecurity ed è un esperimento che ha l'obiettivo di usare i dati a disposizione per prevenire, incrociandoli, la criminalità. È stato presentato sabato 12 ottobre all'Internet Festival di Pisa a un panel moderato da Mario Tedeschini Lalli a cui hanno partecipato anche Andrea Di Nicola, Cesare Furlanello, Giuseppe Espa, Salvatore Ascione e Federico Brenzoni: quest'ultimo ha presentato un interessante sitema messo a punto dal Comune di Verona di mappatura della città. [...]