27.03.2015. Vita Trentina

Sicurezza, al via eSecurity

Dal primo aprile al 30 aprile si terrà la quarta parte dell'Indagine sulla sicurezza oggettiva e soggettiva nel comune di Trento, realizzata nell'ambito del progetto europeo eSecurity, coordinato dal centro di ricerca eCrime della facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Trento, in collaborazione con la Questura di Trento, la Fondazione Bruno Kessler e il Comune di Trento.

27.03.2015. Il Fatto 24 ore

Sicurezza a Trento: continua l’indagine alla cittadinanza promossa da eSecurity

Durerà tutto il mese di aprile l’ultimo round dell’Indagine sulla sicurezza oggettiva e soggettiva nel comune di Trento, promossa nell’ambito del progetto europeo eSecurity, che vede intervistato sul tema un campione di 4058 cittadini residenti nelle 12 circoscrizioni.

26.03.2015. La Voce del Trentino

Quanto è sicura Trento? La percezione dei cittadini nell'indagine eSecurity

Dal primo al 30 aprile si terrà il quarto round dell’Indagine sulla sicurezza oggettiva e soggettiva nel comune di Trento, che è già stata svolta con successo tre volte: a ottobre 2013, aprile e ottobre 2014.

30.10.2014. Il Fatto 24 Ore

Indagine sulla sicurezza a Trento: c'è ancora tempo per partecipare

C’è tempo fino al 14 novembre per partecipare al terzo round dell’indagine sulla sicurezza oggettiva e soggettiva nel comune di Trento, che è in corso dal 1 ottobre. L’indagine, realizzata nell’ambito del progetto europeo eSecurity, è coordinata dal centro di ricerca eCrime della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Trento, in collaborazione con la Questura di Trento, il Centro ICT della Fondazione Bruno Kessler e il Comune di Trento.

15.10.2014. Trentino

Alcol, il sindaco annuncia il giro di vite

Sempre più probabile un'ulteriore stretta per limitare rumore e atti inciviltà notturni causati dagli avventori dei locali nel centro storico della città. Lo scorso lunedì sera, in occasione del consiglio circoscrizionale Centro storico Piedicastello, il sindaco di Trento ha annunciato possibili nuovi interventi per ovviare a questi problemi.

29.09.2014. Trentino

eCrime alla ricerca del numero oscuro della criminalità

eCrime, il gruppo di ricerca sulla ecriminology - ovvero la criminologia nella società dell'informazione- dell'Università degli Studi di Trento sta conducendo un'indagine sulla sicurezza oggettiva e soggettiva nel comune di Trento nell'ambito del progetto europeo eSecurity. Per tutto il mese di ottobre, a partire da mercoledì 1, il terzo round dell'indagine che in parte è già stata svolta con successo ad ottobre 2013 e aprile 2014.

28.09.2014. Il Sussidiario

Università: parte indagine sulla sicurezza a Trento

(Adnkronos) - Il questionario dell'indagine è rivolto a circa 4mila residenti che fanno parte di un campione rappresentativo, estratto dagli archivi anagrafici comunali. I cittadini possono rispondere via internet sul sito: www.esecurity.trento.it o tramite intervista telefonica (chiamando il numero 0461 282334). 

23.09.2014. Controcampus

eSecurity Unitn, l’indagine sulla sicurezza a Trento parte il 1 ottobre

I questionari dell’indagine sulla sicurezza, promossa nell’ambito del progetto europeo eSecurity, sono rivolti a circa 4mila cittadini residenti nelle 12 circoscrizioni di Trento. Dal 1 al 31 ottobre la terza rilevazione Dal 1 al 31 ottobre è possibile partecipare al terzo round dell’Indagine sulla sicurezza oggettiva e soggettiva nel comune di Trento”, che è già stata svolta con successo ad ottobre 2013 e aprile 2014. 

25.08.2014. L'Adige

Criminalità a Trento. I dati del gruppo eCrime

Paura quando si esce di casa la notte. Se ne è discusso nei giorni scorsi, ma non parliamo degli abitanti delle zone frequentate dagli orsi. Parliamo della mancanza di sicurezza (e del senso di insicurezza) nel territorio del Comune di Trento. Questione di attualità, questa, visto che la Provincia, in accordo con le amministrazioni comunali, sta lavorando ad un potenziamento della presenza delle polizie locali.

10.04.2014. L'Adige

«Portela, i vigilantes non servono»

«Le ronde? Non servono. E non lo sostengo io. Lo dicono i cittadini di Trento». Scrivere che al sindaco Alessandro Andreatta non ha fatto tanto piacere leggere sul giornale che i cittadini di Santa Maria hanno deciso di ingaggiare dei vigilantes per vegliare sulle loro notti è un eufemismo.

04.04.2014. L'Adige

Centro e Piedicastello: zone a rischio

«Città in mano ai piccoli criminali»? Nuovi «piccoli Bronx» in centro e in periferia? Non nella percezione della maggioranza dei cittadini. Le zone più «a rischio» del capoluogo sono quelle del centro storico, Piedicastello, ma anche Gardolo e il quartiere di San Giuseppe-Santa Chiara.

04.04.2014. Trentino

In centro storico reati più frequenti

Con eSecurity sono stati mappati i reati non denunciati perpetrati in città, quattro gli step del progetto e col primo sono stati distribuiti 4040 questionari, registrando il 38% delle risposte. Ne è scaturito un quadro di non facile interpretazione, ma dal quale risulta che a Sardagna e Povo il rischio percepito è superiore al rischio reale. Perché di difficile interpretazione? «Perché mancano dei dati da comparare.

04.04.2014. Corriere del Trentino

Piedicastello e Gardolo, record di reati

Sono il centro storico con Piedicastello e Gardolo le circoscrizioni della città dove è più alta la concentrazione di reati. La percezione di insicurezza dei cittadini però non riguarda solo queste zone, ma anche quelle di Sardagna e Povo che i dati mostrano essere in realtà meno pericolose rispetto alla percezione dei trentini.

04.04.2014. Trento Today

Indagine sulla sicurezza a Trento: i primi dati

Sono stati presentati oggi con una conferenza alla Facoltà di Giurisprudenza i primi dati emersi all'interno di un'indagine sulla sicurezza a Trento realizzata nell'ambito del progetto eSecurity in collaborazione con il Comune e la Questura di Trento ed il centro ICT della Fondazione Bruno Kessler. Sono stati restituiti 1.525 dei 4000 questionari distribuiti ad ottobre con un tasso di risposta del 38%.

04.04.2014. Secolo Trentino

I dati sulla sicurezza da parte di eCrime

Ci sono zone della città – come il Centro storico – dove la percezione di sicurezza dei cittadini corrisponde alla situazione oggettiva: qui si concentra il maggior numero di vittime di reato ed è anche la circoscrizione di Trento dove i cittadini percepiscono un maggiore senso di insicurezza e una più alta frequenza di episodi di disordine urbano.

03.04.2014. Corriere del Trentino

Sicurezza, parlano i cittadini

Al questionario hanno risposto oltre 1.400 cittadini. Il risultato è una sorta di mappa diversificata, circoscrizione per circoscrizione. Per la prima volta parlano i cittadini, spiegano e indicano paure, bisogni. Vi sentite sicuri a camminare di notte nella vostra città? Il vostro quartiere è controllato? Siete stati vittime di furti, rapine, aggressioni 0 molestie sessuali? E, ancora, quale percezione avete del degrado e della criminalità?

03.03.2014. TGR RAI 3

Seminario eSecurity

Indagine sulla sicurezza oggettiva e soggettiva nel comune di Trento.
Il seminario di presentazione della prima rilevazione, nell'edizione serale del TGR di Rai 3. (Minuto 10:00)

03.03.2014. TG RTTR

Seminario eSecurity

Indagine sulla sicurezza oggettiva e soggettiva nel comune di Trento.
Il seminario di presentazione della prima rilevazione, nel TGR Sera di RTTR. (Minuto 04:50)

03.03.2014. TG TCA Trentino TV

Seminario eSecurity

Indagine sulla sicurezza oggettiva e soggettiva nel comune di Trento.
Il seminario di presentazione della prima rilevazione, nell'edizione serale del TG di TCA Trentino TV. (Minuto 10:05)

01.02.2014. Trentino

Rapine e furti: gennaio nero

L’ultima aggressione è di due sere fa in via Tomaso Gar, pieno centro storico: una donna è stata gettata a terra e derubata di borsetta e cellulare. Meno di una settimana fa un’anziana era stata rapinata in Bolghera, qualche giorno prima due ragazze scippate a poche ore di distanza tra Piazza Duomo e via Dietro le Mura.